skip to Main Content

Realizzato intorno al 1482 e dedicato ad Ercole I d’Este, fratello del più celebre Borso, questo manoscritto è ritenuto uno dei più preziosi di tutta la miniatura Estense.

Composto da 384 pagine (192 carte) tutte su pergamena è rilegato ancora nella sua copertina originale di pieno cuoio lavorato a sbalzo.

Il testo riprende i brani tratti dalle Meditationes e dai Soliloquia di Sant’Agostino e fu scritto dal famoso calligrafo Andrea delle Vieze in elegante scrittura gotica, impreziosito da 7 capitali miniate, 138 iniziali dorate e da svariate piccole iniziali colorate. Il miniatore Tommaso da Modena ne arricchì il contenuto con 68 magnifiche miniature.

 

LinguaLatino
EditoreGraffiti
Anno2011
Pagine384
Formato18 x 11,8
Tiratura500 Copie

Pubblicazioni recenti:

Cristoforo Colombo – Il Libro d’ore – Codicillo militare

Conservato presso la Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana (55, K, 28),  è notoriamente…

Tacuinum Sanitatis in Medicina

Il Tacuinum sanitatis in medicina ("Panoramica della medicina in forma tabulare") è tra i manoscritti…

Tutte le dame del Re

Un elegante codice proveniente dalla Biblioteca Trivulziana (n° 2159) nel quale vengono raffigurate 27 dame…

La grammatica del Donato

La comunemente detta Grammatica del Donato è una vera e propria grammatica latina ispirata agli scritti…

The Sforza Hours

Nel 1490 Bona Sforza, vedova del duca di Milano, volle commissionare un importante libro di…

Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47)

Originario della Francia, l’Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47) venne realizzato nella bottega di Jean…

Back To Top