skip to Main Content

Con questa mappa del 1442 Leardo ci mostra come nella cartografia tardo medievale gli europei avessero la concezione del mondo conosciuto. Disegnando l’Est in alto e mostrando Europa, Asia ed Africa una particolarità che salta all’occhio e la collocazione della città di Gerusalemme. Dato il suo importante significato religioso è posta al centro del mondo anziché in una posizione di rilievo come appare di solito.  Tutte le terre sono circondate dall’oceano, le forme del Mar Mediterraneo e dell’Europa occidentale sono sorprendentemente ben disegnate, molto probabilmente erano basate sulle carte di navigazione del tempo. La carta può considerarsi un planisfero “sistematico” che, pur basandosi sulle concezioni tolemaiche, segue le moderne teorie geografiche degli arabi e le cognizioni derivate dalle nuove scoperte e dalle relazioni di viaggio.

La “lettera di Prete Gianni”, XII e XIV secolo, conobbe straordinaria fortuna per via del misterioso personaggio che la scrisse, re e sacerdote di una lontana regione orientale, rivolta ai potenti del tempo. Il suo regno, descritto in termini stupefacenti, si estendeva attraverso l’India e il deserto di Babilonia, fino alla torre di Babele. Essa, tuttavia, non è soltanto un affascinante documento dell’idea del mondo nel medioevo, con la sua fioritura di meravigliose descrizioni di paesi lontani e ignoti, ma è anche un luogo letterario in continua evoluzione, testimone dei cambiamenti in corso nei rapporti fra cristiani ed ebrei, in relazione alla concezione dei poteri politico e spirituale fra medioevo e prima età moderna.

 

LinguaItaliano
AutoreLeardo/Prete Gianni
EditoreIl Bulino
Anno2015
Tiratura499 Copie

Pubblicazioni recenti:

Cristoforo Colombo – Il Libro d’ore – Codicillo militare

Conservato presso la Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana (55, K, 28),  è notoriamente…

Tacuinum Sanitatis in Medicina

Il Tacuinum sanitatis in medicina ("Panoramica della medicina in forma tabulare") è tra i manoscritti…

Tutte le dame del Re

Un elegante codice proveniente dalla Biblioteca Trivulziana (n° 2159) nel quale vengono raffigurate 27 dame…

La grammatica del Donato

La comunemente detta Grammatica del Donato è una vera e propria grammatica latina ispirata agli scritti…

The Sforza Hours

Nel 1490 Bona Sforza, vedova del duca di Milano, volle commissionare un importante libro di…

Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47)

Originario della Francia, l’Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47) venne realizzato nella bottega di Jean…

Back To Top