skip to Main Content

Il codice noto come Breviario Grimani (1510-1520) è probabilmente il più importante capolavoro della miniatura fiamminga del Rinascimento, elaborato da miniatori del calibro di Gerard David, Gerard Horenbout, Simon Bening.

Conservato presso la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia ha fatto parte del famoso “Tesoro di San Marco” fino al 1781 ed il suo acquirente, il cardinale Domenico Grimani, nel suo lascito in eredità alla Serenissima Repubblica di Venezia lo condizionava alla visione solo “a persone di straordinario riguardo e in circostanze eccezionali”.

Non si sa molto sulla sua committenza ma si può affermare che il manufatto mostra qualche affinità il più antico codice delle Très Riches Heures del duca di Berry, posseduto da Margherita d’Austria

Ricco di 835 carte, è rilegato in velluto cremisi e decorato ai piatti con eleganti cornici finemente cesellate che racchiudono cartigli e medaglioni tutti in bronzo dorato raffiguranti il Doge Antonio Grimani e il Cardinale Domenico.

Caratteristiche straordinarie di questo codice miniato sono  il numero e la qualità delle miniature a piena pagina, che corrispondono ai mesi del calendario e rappresentano scene di vita dei membri della ricca borghesia fiamminga  e le scelta dei temi estremamente variegata (motivi floreali, animali, fregi architettonici, ecc…)

 

LinguaLatino
EditoreSalerno Editrice
Anno2009
Pagine1670
Formato28 x 21
Tiratura750 Copie

Pubblicazioni recenti:

Tacuinum Sanitatis in Medicina

Il Tacuinum sanitatis in medicina ("Panoramica della medicina in forma tabulare") è tra i manoscritti…

Tutte le dame del Re

Un elegante codice proveniente dalla Biblioteca Trivulziana (n° 2159) nel quale vengono raffigurate 27 dame…

La grammatica del Donato

La comunemente detta Grammatica del Donato è una vera e propria grammatica latina ispirata agli scritti…

The Sforza Hours

Nel 1490 Bona Sforza, vedova del duca di Milano, volle commissionare un importante libro di…

Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47)

Originario della Francia, l’Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47) venne realizzato nella bottega di Jean…

Vita di San Benedetto

Questo manoscritto risale alla seconda metà del Quattrocento e proviene dal monastero di San Benedetto…

Back To Top