skip to Main Content

Questo libretto, di forma stretta ed allungata, è composto da 88 fogli minuziosamente annotati sui quali l’architetto Vincenzo Scamozzi nel 1600 riporta  impressioni e appunti sull’architettura dei principali monumenti visitati, arricchendoli con numerosi disegni durante il suo viaggio di ritorno da Parigi.

Questa peculiarità rende il Taccuino di Viaggio una delle più importanti testimonianze dell’architettura europea degli inizi del XVII secolo e ne ha reso indispensabile un intervento di restauro integrale: è nata così l’iniziativa “Salviamo un codice”, un’operazione che è stata finanziata proprio grazie alla edizione in facsimile.

 

LinguaItaliano
AutoreVincenzo Scamozzi
EditoreNova Charta
Anno2009
Tiratura399 Copie

Pubblicazioni recenti:

Cristoforo Colombo – Il Libro d’ore – Codicillo militare

Conservato presso la Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana (55, K, 28),  è notoriamente…

Tacuinum Sanitatis in Medicina

Il Tacuinum sanitatis in medicina ("Panoramica della medicina in forma tabulare") è tra i manoscritti…

Tutte le dame del Re

Un elegante codice proveniente dalla Biblioteca Trivulziana (n° 2159) nel quale vengono raffigurate 27 dame…

La grammatica del Donato

La comunemente detta Grammatica del Donato è una vera e propria grammatica latina ispirata agli scritti…

The Sforza Hours

Nel 1490 Bona Sforza, vedova del duca di Milano, volle commissionare un importante libro di…

Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47)

Originario della Francia, l’Officium Beatae Virginis (Cod. Cavense 47) venne realizzato nella bottega di Jean…

Back To Top