skip to Main Content

Il Dioscurides Neapolitanus può essere considerato alla pari del Dioscurides Costantinopolitanus di Vienna il più antico codice conosciuto per quanto concerne la botanica in campo medico.

L’edizione di Aboca, in collaborazione con l’Università e la Biblioteca Nazionale di Napoli, si compone di 172 carte finemente illustrate con disegni miniaturizzati in forma di erbario e mostrano le proprietà e gli impieghi terapeutici di 409 specie vegetali. La parte storica è affiancata da commenti e da 243 tavole botaniche che rappresentano la pianta in chiave moderna. 374 schede mettono a confronto le cognizioni mediche di allora con quelle di oggi accompagnate da 700 voci di patologie e farmaci corrispondenti.

Oltre a questo la peculiarità che fa del De Materia Medica un’opera di assoluto rilevo artistico e scientifico è la traduzione integrale del testo greco del manoscritto originale in italiano.

 

LinguaGreco, Italiano
AutorePedanius Dioscorides
EditoreAboca
Anno2012
Pagine992
Formato29 x 33

Pubblicazioni recenti:

Federico II

L'enciclopedia offre un completo ritratto del personaggio accompagnando tutti e tre i volumi con molte…

Jesi

Quattro acquaforti numerate e firmate dagli artisti Carlo Cecchi, Mario Sasso, Luigi Pennacchietti e Luigi…

Il giuramento di Ippocrate

Edizione interamente cucita a mano del celebre giuramento.      

I fioretti di San Francesco

L’opera ricostruisce il mondo della predicazione francescana, al cui centro vi è la fraternità con…

Back To Top